Utilizzare i canali personalizzati di Google AdSense per migliorare i rapporti sul rendimento

Google AdSense

Prima dell’introduzione della nuova interfaccia AdSense i publisher potevano visualizzare di default solo i guadagni in dati aggregati – ossia nel loro complesso – e suddivisi unicamente per periodo o tipologia.

Ciò che interessa ai publisher, però, è conoscere il rendimento del singolo annuncio o sito. Considerando la possibilità di ogni persona di possedere un solo account AdSense si può comprendere quanto sia importante riuscire a districarsi tra un un numero notevole di domini e rispettivi annunci.

Per ordinare e monitorare tutti i dati di un account, Google mette a disposizione i canali che aiutano, almeno in parte, ad analizzare l’andamento dei guadagni. Infatti, per ottimizzare gli annunci ed, eventualmente, modificare quelli poco redditizi è necessario conoscere l’efficacia di ogni singola unità pubblicitaria.

In realtà, grazie alla nuova interfaccia, AdSense inserisce automaticamente nei rapporti sul rendimento il nome di ogni annuncio creato. Tale nome però, una volta creato, non è più modificabile. Per aggirare questo ostacolo, anziché creare una nuova unità pubblicitaria, è possibile assegnarle un canale personalizzato. Se si vuole perciò riutilizzare un annuncio inizialmente creato per un altro sito, basterà associarlo ad un canale differente.

Cosa sono i canali?

Canali URL
Sono canali legati al dominio e possono essere utilizzati per monitorare l’intero sito, sottodomini o singole pagine.

Canali personalizzati
Sono utilizzati come etichette o contenitori che non modificano in alcun modo l’annuncio ma che lo identificano e lo distinguono dagli altri.

Come funzionano

È sempre consigliabile creare i canali e associarli agli annunci prima di pubblicarli. Questo perché AdSense, nella sezione sui rendimenti dei canali, mostrerà solo i dati generati a partire dalla creazione del canale in poi, ignorando eventuali clic ricevuti dall’annuncio precedentemente. Quindi, se si pubblica un annuncio e solo dopo qualche giorno lo si associa ad un canale, i valori riportati da AdSense saranno parziali.

Creare un canale URL e Personalizzato

  • nel proprio account AdSense cliccare su: I miei annunci / Contenuti / Canali personalizzati / Nuovo canale personalizzato
    Canali personalizzati AdSense
  • nel proprio account AdSense cliccare su: Rapporti sul rendimento / Canali URL / Aggiungi URL da monitorare
    Canali URL AdSense

Associare un canale personalizzato ad un annuncio
All’interno del vostro account cliccate sulla voce I miei annunci / Contenuti / Canali personalizzati. Qui cliccate su un canale e  vi si aprirà una finestra in cui potrete associare un’unita pubblicitaria tra quelle create in precedenza.

È possibile, inoltre, associare un canale ad un annuncio durante la creazione di quest’ultimo. Oltre la sezione riguardante lo stile dell’unità pubblicitaria troviamo, infatti, una parte dedicata alla gestione dei canali personalizzati.

Monitorare l’andamento degli annunci
Una volta creati i canali sarà possibile osservare il loro andamento nella pagina dedicata ai Rapporti sul rendimento che suddivide gli annunci in base ai canali associati, sia personalizzati che URL.

Una funzione interessante in Adsense sarebbe quella di poter incrociare i dati provenienti dai canali URL e personalizzati così da poter vedere, per un dato dominio, l’andamento di ogni suo annuncio. A quanto pare, però, non è ancora possibile.

Commenta

Commenti

Commenta

Facebook
Articoli popolari
Articoli recenti